Le ragazze non piangono (opera prima)

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Le ragazze non piangono

Le ragazze non piangono

titolo originale:

Le ragazze non piangono

titolo internazionale:

Girls don't Cry

fotografia:

montaggio:

scenografia:

produzione:

vendite estere:

paese:

Italia

anno:

2022

durata:

100'

formato:

colore

status:

Pronto (12/04/2022)

premi e festival:

Ele ha 19 anni ma è come se fosse rimasta incastrata alla pre-adolescenza, periodo in cui ha perso il papà. È una ragazza solitaria, introversa, che vive con la madre e il compagno di lei in una piccola città lucana lontano dai luoghi in cui è cresciuta. Nonostante gli esami imminenti, riesce a pensare solo al vecchio camper di suo padre, abbandonato in una rimessa da quando lui è morto e ora pronto per la rottamazione. Quel camper per lei è un baule pieno di ricordi che non vuole assolutamente dare via.
Mia di anni ne ha 22. Quattro anni prima ha lasciato la sorellina e un padre alcolizzato nella modesta casa alla periferia di Bucarest dove viveva.
Ora lavora per una ditta di pulizie ma spera nella grande occasione che possa tirare fuori lei e Radu, il ragazzo con cui è scappata in Italia, da una vita priva di prospettive.
Mia ed Ele si incontrano per caso, diventano complici fumando di nascosto nella scala antincendio della scuola e i loro mondi così lontani entrano in collisione. Così quando Ele si ritrova a scappare con il camper in seguito a una furiosa litigata con la madre, ci trova dentro Mia, rifugiatasi lì dentro poche ore prima.
Mia le racconta di esser stata cacciata di casa e che ha bisogno di un passaggio verso nord per ricongiungersi a Radu e tornare, finalmente, in Romania. Ele, decisa a portare quel camper in Trentino da Lele, un vecchio amico del padre, non può tirarsi indietro.
La doppia fuga si trasforma presto in un vero e proprio viaggio, in cui la galleria di personaggi che incontreranno lungo la strada le porterà a rapportarsi con le tematiche della crescita, dell’indipendenza, della capacità di ribellarsi.
Partendo da Lucia, una giovane madre appassionata di astrologia, a Piero, un venditore di aspirapolvere robot che alloggia in un motel, passando per un buffo benzinaio e per un misterioso uomo che ha dei conti in sospeso con Mia, arriviamo all’agognato Trentino, in cerca di una vecchia baita in mezzo al bosco.
Mia ed Ele condividono un viaggio importante, attraverso luoghi ora magnifici, ora degradati, che le costringerà a fare i conti coi propri fantasmi e a crescere. Dopo un'iniziale diffidenza reciproca, le due ragazze, tra avventure rocambolesche e inaspettate rivelazioni, si legano profondamente l'una all'altra. Tanto che, a un certo punto del viaggio, Ele pensa quasi di essersi innamorata di Mia.
Quando i suoi sentimenti verranno fuori, assieme alla verità sul passato di Mia, il loro rapporto verrà messo a dura prova.
Ma il viaggio deve continuare, e la meta sarà più grande e importante di quella stabilita: un luogo interiore in cui non sarebbero mai giunte l'una senza l'altra.