La terra dei figli

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

La terra dei figli

titolo originale:

La terra dei figli

sceneggiatura:

Guido Iuculano, Filippo Gravino, Claudio Cupellini, dall'omonima graphic novel di Gipi

fotografia:

scenografia:

produzione:

Indigo Film, Rai Cinema, WY Productions, con il contributo del MiBACT

paese:

Italia

anno:

2020

formato:

colore

status:

In postproduzione (19/12/2019)

La fine della civiltà è arrivata. Non sappiamo come. Un padre e suo figlio, un ragazzino di quattordici anni, sono tra i pochi superstiti: la loro esistenza, su una palafitta in riva a un lago, è ridotta a lotta per la sopravvivenza. Non c’è più società, ogni incontro con gli altri uomini è pericoloso. In questo mondo regredito il padre affida a un quaderno i propri pensieri, ma quelle parole per suo figlio sono segni indecifrabili. Alla morte del padre, il ragazzo decide di intraprendere un viaggio verso l'ignoto alla ricerca di qualcuno che possa svelargli il senso di quelle pagine misteriose. Solo così potrà forse scoprire i veri sentimenti del padre e un passato che non conosce.

NOTE DI REGIA:
Il film è una storia di formazione in cui la bellezza e la meraviglia, rappresentate da un adolescente solo al mondo, combattono contro le tenebre di una terra che sembra implacabilmente ostile. Il film che abbiamo appena terminato di girare è però anche una storia di avventura titanica e appassionante, un grande viaggio fisico e sentimentale, che parla di argomenti che appartengono sempre più al sentire comune: il futuro del mondo che lasceremo ai nostri figli e l’importanza della memoria.