La lunga corsa (opera seconda)

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

La lunga corsa

La lunga corsa

titolo originale:

La lunga corsa

titolo internazionale:

Jailbird

sceneggiatura:

fotografia:

Yaroslav Pilunskiy

montaggio:

scenografia:

Oleksandr Batenev

produzione:

Pilgrim Film, Bartlebyfilm, Fresh Production, Rai Cinema, con il contributo del Ministero della Cultura, con il sostegno di Eurimages

vendite estere:

paese:

Italia/Ucraina

anno:

2022

durata:

88'

formato:

colore

status:

Pronto (28/10/2022)

premi e festival:

Il carcere, per Giacinto, è tutto tranne un buco nero: figlio di due detenuti, lui dentro un carcere non solo ci è nato, ma ci è pure cresciuto. Libero di volare via, decisamente impreparato a farlo. Infanzia, adolescenza, candeline dei 18 anni: quella è “casa”, nonostante le sbarre, e Jack, il capo dei secondini, è un burbero e premuroso “papà”…

NOTE DI REGIA:
Sono nato e cresciuto in una città che sembrava una molto piccola. La cosa che ricordo maggiormente dell’infanzia è la quiete di quel luogo. Lì la gente nasceva, viveva tutta la sua vita e poi moriva; raramente, per non dire mai, si avventurava fuori i confini della città per fare esperienza del mondo là fuori. Tutti sembravano accontentarsi della sicurezza del proprio habitat, anche se alla lunga mi è parso chiaro che era come se vivessero sotto chiave. L’ispirazione per la storia di Giacinto – un personaggio ancora per tutta la vita al proprio luogo – è venuta ripensando alla mia infanzia e al luogo in cui sono cresciuto.