Maschile singolare (opera prima)

Maschile Singolare racconta la storia di Antonio, costretto a mettere in discussione tutte le proprie certezze quando viene abbandonato dal marito, dal quale dipende sia psicologicamente che economicamente. Deve quindi trovare una nuova casa, un lavoro e – soprattutto – un nuovo scopo nella vita. Incoraggiato dall’amica Cristina, prende una stanza in affitto a casa di Denis e inizia a lavorare come apprendista nel forno di Luca. Acquistando fiducia in se stesso e riscoprendo le proprie passioni e desideri, Antonio si accorge di quanto, in passato, abbia sbagliato a sacrificare la propria indipendenza per il bene della sua relazione.

NOTE DI REGIA:
“Maschile Singolare – dice Matteo Pilati - è un omaggio al cinema che da sempre amo e prediligo: quello che racconta quel momento di turbamento, cambiamento e meraviglia nella vita di personaggi del tutto ordinari, in bilico tra il linguaggio della commedia e quello del dramma.”
“Maschile Singolare è stata una sfida: abbiamo deciso di realizzare il film in modo indipendente, con le nostre forze. Avevamo poche risorse, solo tre settimane di riprese, ma abbiamo potuto contare su una troupe giovane, unita e motivata, che lavora con me da anni su corti e videoclip: avere la chance di girare un film ci ha dato tanto entusiasmo. Anche i membri del cast hanno voluto e creduto fortemente in questo progetto, dove hanno mostrato tutto il loro talento”, aggiunge Alessandro Guida.