Maman

titolo originale:

Maman

paese:

Italia

anno:

2020

formato:

colore

status:

In postproduzione (12/06/2020)

Ma tu ti ricordi della favola che mi raccontavi quando ero piccola? Era sempre la stessa che volevo sentire, finita, la ricominciavi fino a quando non ti scocciavi e mi dicevi:

C’era una volta un re
Seduto sul sofà che disse alla sua serva
Raccontami una storia
E la serva incominciò
C’era una volta un re seduto sul sofà…

Più volte ora, ti racconto la stessa storia, inizio a descriverti i paesaggi incantati che abbiamo visto insieme, come se fosse una fiaba, perché tu le hai sempre amate. Nessuno sa nulla sul coma e nessuno ha una soluzione, anche se siamo riusciti ad andare sulla luna.
Ti faccio ascoltare la musica classica che ti è sempre arrivata profondamente, ti stimolo con l’odore delle tue piante: la menta, il rosmarino, la salvia.
Ti spargo per tutto il corpo la crema che ti ha regalato Gabriella.
Tutti dovrebbero imparare a lavare una persona che amano profondamente. Capirebbero meglio quanto la amano.
Sono passati ormai sette anni, e penso che una persona che una società definisce sana, non è detto lo sia realmente e soprattutto che abbia cose interessanti da dire e fare.
Molte volte le cose interessanti si fanno nei casi estremi, o non si fanno mai…