L'uomo samargantico (opera seconda)

vedi anche

sito ufficiale

Trailer

titolo originale:

L'uomo samargantico

cast:

Fulvio Fuina, Clara Mallegni, Giancarlo De Biasi, Raffaele Totaro, Daniela Airoldi, Gianni Conti, Caterina Ferri, Davide Dalfiume, Arnaldo Mangini, Valentina Sorice, Max Baroni, Laura Petracchi, Francesca Rosi, Achille Pardini, Manuela Falorni, Irma Orrico, Luca Ricci, Luciano Gassani, Silvia Lorenzetti, Pietro Bugliani, Massimo Montaldi, Francesca Menconi, Alessandra Franchi, Giovanni Lorieri, Marco Beccaria

fotografia:

montaggio:

musica:

Hunterwolf, Paperoga Quartet

produzione:

paese:

Italia

anno:

2020

durata:

105'

formato:

colore

status:

Pronto (10/12/2020)

premi e festival:

  • Festival Internazionale del Cinema di Salerno 2020: Selezione Ufficiale
  • Indiecinema Film Festival 2020: Selezione Ufficiale
  • Golden Smile International Film Festival 2021
  • David di Donatello 2021: in concorso

A vederlo sembra un adulto, però Amadeo Rossi è rimasto un bambino. Come un bimbo vorrebbe inseguire i sogni e vivere la vita come un gioco. Ma agli adulti questo è vietato: fa perdere tempo. La sua vita avrà senso quando troverà la strada verso il mondo perfetto: proprio quello che ha già inventato (e realizzato) un egocentrico, cattivo ma amatissimo Ministro: sarà il posto magico dove finalmente Jennifer gli rivolgerà la parola, come un sogno dentro al sogno. Chi guiderà Amadeo nel suo vagare tra un mondo e l'altro? Una guida spirituale, il Maestro Sunny... e poi la venditrice di acque miracolose, la dottoressa Panzerotti e tanti altri ciarlatani lo porteranno lontano e vicino ad un mondo fatto di sola, disarmante, normalità. Ma uno che rincorre sogni saprà reggere tutta questa normalità?

NOTE DI REGIA:
L’Uomo Samargantico è un film surreale, raccontato in modi diversi dal cartone animato alle scene con effetti. Ci sono illustri citazioni dl cinema da "Il grande Lebowsky" dei fratelli Coen ad "Animal House" di John Landis. E poi il Gesto Samargantico, una cosa davvero profonda ... Dove vogliamo arrivare? A far ridere un po’ il pubblico, ce n’è bisogno. Per questo ho fatto una cosa che ha al centro i comici, spesso protagonisti in tv o nei teatri ... e ora anche al cinema.