Corpo

titolo originale:

Corpo

titolo internazionale:

Corpse

sceneggiatura:

Davide Colaiocco, Alessandra Arcieri

fotografia:

montaggio:

Federico Maria Baldacci

musica:

Pier Cortese

produzione:

Bluecinematv, con il contributo del Ministero della Cultura, con il sostegno di Regione Lazio

paese:

Italia

anno:

2019

durata:

14'

formato:

colore

status:

Pronto (01/01/2019)

premi e festival:

  • Košice International Monthly Film Festival 2020: Official Selection
  • Mediterraneo Festival Corto, Internation Short Film Festival 2019
  • Apulia Web Fest IFF Awards 2019: Official Selection
  • Festival internazionale di Cortometraggio Scrittura e Immagine 2018: Spazio Abruzzo - Miglior Film

Una donna anziana, ex insegnante e appassionata della Divina Commedia, denuncia il ritrovamento di un cadavere in un vicolo che percorre di notte per recarsi al cimitero, dove è sepolto il marito. Ella racconta del suo vizio di bere, di guardare film horror e della necessità di andare alla tomba del marito anche di notte. Nel corso della deposizione, la donna si mostra preda di allucinazioni visive e olfattive e manifesta comportamenti autolesionistici, oltre a restare vittima di un malore fino allo svenimento. Ne uscirà grazie all’intervento di alcuni paramedici. Una volta rinvenuta, ella accentua i suoi atteggiamenti deliranti e si scopre l’inesistenza del cadavere e la presenza di un interlocutore: uno psichiatra. Ponendo fine a quella che in realtà è una seduta di terapia, il medico le diagnostica la sindrome di Cotard, la patologia che ha portato la donna a credersi morta.