L'incontro

vedi anche

Trailer

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

L'incontro

titolo originale:

L'incontro

cast:

Giuseppe Marvaso, Giorgio Colangeli, Nina Soldano, Peppe Zarbo, Daniela Fazzolari, Antonio Tallura, Walter Cordopatri, Valeria Romanelli, Annalisa Schiavone, Federica Sottile, Davide Fasano, Alessio Rizzitiello

sceneggiatura:

fotografia:

costumi:

Paola D'Orsa

musica:

Riccardo Anastasi

paese:

Italia

anno:

2019

durata:

87'

formato:

colore

uscito il:

14/06/2021

La storia del film “L’Incontro” è una sorta di “on the road” dell’anima, girato interamente in Calabria, nel Pollino, nei paesi di Mormanno, Laino Borgo, Civita, San Nicola Arcella e dintorni. Si tratta di luoghi perfetti dal punto di vista narrativo per i contenuti particolari che tratta il film.
La conquista della fede è un percorso tortuoso, imprevedibile, pieno di ostacoli e di prove e anche chi vorrebbe evitarlo si trova inevitabilmente ad affrontarlo. L’idea “dell’Incontro”, parte da questo presupposto. La storia di Paolo è il viaggio di un uomo in cerca di sé stesso e degli altri. Dal primo punto di vista è la storia di un uomo in cerca della vita che ormai crede perduta per sempre e che invece ritroverà e “incontrerà”, grazie all’”amicizia” con un grande crocefisso, che dovrà trasportare nella chiesa da dove qualche anno prima è stato portato via. Dal secondo punto di vista è il racconto di un rapporto particolare con un ragazzino africano, cui il nostro protagonista dal carcere, manda dei soldi per aiutarlo a guarire e a crescere. Dopo la sua uscita di prigione, le lettere inviategli da questo ragazzo, saranno per lui il pane per dare nutrimento alla sua anima tormentata. E’ una storia di vita e di morte e di resurrezione allo stesso tempo, dove il protagonista si attacca a ogni cosa pur di rimanere in vita e accettare se stesso e un passato scomodo che tanto male ha fatto agli altri e alle persone che amava. Per questo passerà più di dieci anni in prigione. Quando esce è un uomo cambiato nel corpo e nello spirito e vivere gli sembra un sacrificio cui vorrebbe sottrarsi. La responsabilità di portare un crocefisso in una chiesa, lo terrà attaccato alla vita e lo porterà a decidere di incontrare tutte le persone alle quali ha fatto del male per chiedere loro perdono. Nessuno lo ascolterà e lo perdonerà. L’unica
sua speranza di vita e di integrazione sono le lettere che la madre gli ha conservato quando era in
carcere, speditegli dal bimbo africano per ringraziarlo e instaurare con lui un dialogo. E sono queste
lettere e il viaggio con il “suo” amico crocefisso, che lo porteranno a guardare dentro alla sua anima
e a esplorare luoghi mai conosciuti. Conoscerà se stesso, ma soprattutto gli uomini e il mondo che lo circonda. L’Incontro” è la storia di un uomo che cerca perdono, per rinascere, che si converte perché capisce quali sono le priorità della sua vita. E’ la storia di una integrazione e di un confronto, della necessità di instaurare un discorso con gli altri, perché degli altri si ha sempre bisogno e nessuno deve essere abbandonato, qualunque cosa abbia fatto. Tutti hanno una possibilità di rinascere e a tutti questa possibilità deve essere concessa se se la merita. “L’Incontro” è sicuramente una storia che permette di esplorare nell’intimo umano, nelle viscere della sua anima attraverso un viaggio profondo, duro e bello allo stesso tempo.