Contronatura (opera seconda)

Contronatura

Contronatura

Contronatura

titolo originale:

Contronatura

sceneggiatura:

scenografia:

produzione:

R&C Produzioni, con il contributo del MiBACT

distribuzione:

paese:

Italia

anno:

2005

durata:

110'

formato:

35mm - colore

aspect ratio:

1.85:1

sonoro:

Dolby Digital

uscito il:

10/06/2005

premi e festival:

Ci sono due aspetti che caratterizzano il modo di girare Contronatura. Il primo è riuscire a realizzare il contatto con il personaggio principale. Sviluppare il personaggio di Giacomo è un esperienza importante. Giacomo è l'uomo della macchia, un elemento naturale e nello stesso tempo elemento della natura, è un entità senza controllo che si muove in un mondo senza tempo. Il secondo contatto è quello con l'uomo/animale e nel caso di Francesca nella donna/animale, in quel continuo dondolare tra la vita e la morte in uno spazio a volte definito e a volte no, che è il bosco,la macchia, la selva, la palude, il fiume, il mare e così all'infinito... Francesca è attratta da Giacomo e da quello che rappresenta. Consapevole del rischio che corre, è comunque disposta a giocare le sue carte finoin fondo. Francesca è un personaggio in crescendo, nel quale si avverte una vera mutazione fisica durante il divenire della vicenda, nonostante l’estraneità a quell’ambiente riesce comunque, con un interesse sincero a entrare in perfetto contatto con Giacomo e con ciò che lui rappresenta, anche se sono distinti caratterialmente da due opposte stagioni: lui dall’autunno lei dalla primavera.
(Dichiarazione del regista)