Il Viaggio di Ettore

Il Viaggio di Ettore

titolo originale:

Il Viaggio di Ettore

titolo internazionale:

Ettore's Journey

cast:

Ettore Pugliaro

fotografia:

Corrado Costetti

montaggio:

produzione:

Istituto Luce Cinecittà, con il contributo di Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli

paese:

Italia

anno:

2013

durata:

25'

formato:

colore

status:

Pronto (06/11/2013)

premi e festival:

Il genovese Ettore Pugliaro è stato per vent’anni operaio all’Italsider di Bagnoli. A Napoli sono nati i suoi figli, e lì è rimasto finché la fabbrica è stata attiva. Dopo molto tempo vi fa ritorno: appena sceso dal treno si mette in cammino verso Bagnoli, attraversando la città da est a ovest. L’Italsider non c’è più, e con essa quasi tutta la Napoli industriale che conosceva, di cui ha fieramente fatto parte e che per decenni ha costituito l’anima moderna della città.

NOTE DI REGIA
«Nella seconda metà del Novecento, Napoli è stata una città industriale. Questo fatto è stato rimosso, come se la sua anima millenaria non ammettesse altro. Nell’ultimo decennio, la Napoli del degrado della periferia si è imposta nella narrazione dominante, ma la sua anima operaia ha rappresentato il meglio della coscienza civile della città. Nel ripercorrere la storia di “Napoli com’era” il film vuole mettere in luce come, con la chiusura dell’industria, sia venuta meno questa componente fondamentale, non per i posti di lavoro in quanto tali, ma per “la capacità di”, per “la possibilità di”».