In a lonely place (opera prima)

vedi anche

sito ufficiale

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

In a lonely place

In a lonely place

titolo originale:

In a lonely place

fotografia:

Fabrizio Pasqualetto

scenografia:

costumi:

Cristiana Curreli

produttore:

paese:

Italia

anno:

2016

durata:

82'

formato:

colore

uscito il:

13/02/2017

premi e festival:

  • TOHorror Film Fest 2016: Concorso Lungometraggi - Premio "Anna Mondelli" per la Miglior Opera Prima

“In a lonely place” parla di amore, di passione, di ossessione. Ogni storia d’amore non è forse l’insieme di queste tre cose? E in un rapporto d’amore, ognuno non cerca anche sé stesso attraverso l’altro? Un percorso che ci porta e ci invita ad attraversare insieme tutti i comportamenti automatici, falsi, costruiti, per raggiungere la nostra essenza più profonda e vera. Una via a tratti bellissima, a tratti terribile. Una via di conoscenza. Questa è la fede del protagonista del film, Thomas. Una fede laica, non dogmaticamente religiosa. La fede che solo la conoscenza di sé possa sconfiggere la morte, e donare l’immortalità a chi la possiede. Ed è questo il grande regalo d’amore che ha preparato per Teresa, la ragazza da lui amata da sempre segretamente. La conoscenza. Tutto è pronto nel grande hotel abbandonato. Lui la sta aspettando, sorridente, illuminato dalla luce del tramonto. Non vede l’ora di farle questo bellissimo regalo.
Ma la conoscenza del sé per Teresa sarà spaventosa, angosciante, dolorosa.
Come ogni rapporto di amore.