18/7/1918 - 5/12/2013

Nelson Mandela

18/7/1918 - 5/12/2013

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

« Non c'è nessuna strada facile per la libertà. »
(N. Mandela, Lungo cammino verso la libertà)

Presidente del Sudafrica
Durata mandato 27 aprile 1994 – 14 giugno 1999
Segretario Generale del Movimento dei Non-Allineati
Durata mandato 3 settembre 1988 – 14 giugno 1998

Dati generali
Partito politico African National Congress
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la pace 1993
Nelson Rolihlahla Mandela (Mvezo, 18 luglio 1918[1] – Johannesburg, 5 dicembre 2013[2]) è stato un politico sudafricano, primo presidente a essere eletto dopo la fine dell'apartheid nel suo Paese e premio Nobel per la pace nel 1993 insieme al suo predecessore Frederik Willem de Klerk.
Fu a lungo uno dei leader del movimento anti-apartheid ed ebbe un ruolo determinante nella caduta di tale regime, pur passando in carcere gran parte degli anni dell'attivismo anti-segregazionista. Protagonista insieme al presidente Frederik Willem de Klerk dell'abolizione dell'apartheid all'inizio degli anni Novanta, venne eletto presidente nel 1994, nelle prime elezioni multirazziali del Sudafrica, rimanendo in carica fino al 1999. Il suo partito, l'African National Congress, è rimasto da allora ininterrottamente al governo del paese.
Mandela è il cognome assunto dal nonno. Il nome "Rolihlahla" (letteralmente "colui che provoca guai") gli fu attribuito alla nascita; "Nelson" gli fu invece assegnato alle scuole elementari. Il nomignolo Madiba è il suo nome all'interno del clan di appartenenza, dell'etnia Xhosa.

Mandela sullo schermo: la sua scheda su Imdb