Obsessio

vedi anche

Trailer

titolo originale:

OBSESSIO

titolo internazionale:

OBSESSED: THE SPLIT

fotografia:

Luigi Mingrone

produttore:

Giovanni Marzagalli aka John Real, Adam Louise Smith, Katrine McKeown

produzione:

Real Dreams, Fig Production Group

paese:

Italia/USA

anno:

2019

formato:

colore

uscito in sala:

05/12/2019

Trevor McNills soffre di un disturbo ossessivo compulsivo di personalità: è un importante uomo d'affari con la mania di controllare tutto, anche la vita dei suoi dipendenti. Affascinato dalla bellezza della sua giovane impiegata Natalie, Trevor inizierà a rendere la vita della ragazza un inferno, trasformando l'attrazione per lei in una vera e propria ossessione.

NOTE DI REGIA:
Obsessio é un film che pone una riflessione forte su una vicenda che racconta lo stato di violenza psicofisica subito da una donna. Un tipo di violenza subdola che sul lavoro o nelle relazioni interpersonali annulla una persona, rendendola incerta delle proprie capacità e portandola a dubitare principalmente di sé. Un concetto espresso meglio come mobbing lavorativo, che viene applicato a piccole dosi quotidianamente, ed ha una forte rilevanza psicologica per chi lo subisce influenzandone la serenità psicofisica. Nel film una riflessione che ispeziona la mentalità dell'IO moderno, la determinazione che predispone un individuo ad arrivare al peggio pur di ottenere ciò che vuole ad ogni costo. La filosofia del business di successo che annulla l'empatia umana e pone il denaro come l'unica soluzione per ottenere qualsiasi cosa. L' ossessione di uno stile di vita dedito ad un insaziabile stato di avidità che schiavizza la mente e ci pone come unico Dio di noi stessi. Tutto sotto il simbolo della libertà illusoria suggerita da una tecnologia che ci fa credere di poter controllare ogni cosa e ci inganna di trovare soddisfazione nel più totale materialismo dei nostri tempi.