LA VITA ALTRUI

vedi anche

vedi anche

trailer

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

LA VITA ALTRUI

LA VITA ALTRUI

titolo originale:

LA VITA ALTRUI

titolo internazionale:

THE OTHER'S LIFE

sceneggiatura:

fotografia:

montaggio:

produttore:

produzione:

Arcadia, con il contributo del MiBAC

distribuzione:

paese:

Italia

anno:

2000

durata:

84'

formato:

colore

uscito in sala:

25/08/2000

Riccardo (Jerzy Stuhr), sposato con Carmen (Iaia Forte) e padre del piccolo Roberto, è professore universitario di filosofia teoretica e cliente occasionale di una casa di appuntamenti, il Mitos Club. In seguito alla pubblicazione di un suo libro, viene invitato a partecipare a un talk-show - La vita altrui, appunto - condotto da Valeria (Giusi Cataldo), giovane giornalista d'assalto e figlia di un avvocato, Giovanni (Renato De Carmine), coinvolto in un processo per fatti di corruzione: una vicenda che potrebbe avere un esito negativo sulla carriera della ragazza, e che sicuramente in qualche modo influisce anche sugli esiti di ascolto della sua trasmissione. Nel suo programma, Valeria presenta il caso di Jessica, una ragazza quattordicenne misteriosamente scappata da casa. Un'indagine di cui si sta occupando Anna (Maria Consagra), magistrato per reati contro i minori, che intanto progetta di andare a vivere con Vittorio (Massimo De Francovich), uno psicoanalista che già ha una figlia ventenne, Caterina. Padre e figlia hanno uno strano rapporto, costellato di misteri e omissioni da parte di Caterina, a cui tuttavia Vittorio non sembra dare peso. Tra le pazienti di Vittorio c'è una inquietante signora dell'alta borghesia, Irene (Luisa Pasello), che sembra ossessionata dall'idea di uccidere suo marito, l'avvocato Andreoli (Renato Carpentieri), che sta seguendo, da amico di famiglia, proprio il caso del padre di Valeria. Intanto Riccardo ritrova tra le sue studentesse di filosofia una delle giovanissime prostitute della casa di appuntamenti, che tuttavia non sembra riconoscerlo; e riceve da mano sconosciuta una fotografia, al suo indirizzo privato, che lo ritrae mentre varca la soglia del Mitos...