Pater Familias (opera prima)

vedi anche

sito ufficiale

trailer

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Pater Familias

Pater Familias

Pater Familias

titolo originale:

PATER FAMILIAS

fotografia:

montaggio:

scenografia:

produttore:

produzione:

vendite estere:

paese:

Italia

anno:

2002

durata:

99'

formato:

colore

uscito in sala:

14/03/2003

premi e festival:

Matteo (30 anni) ritorna dopo dieci anni di assenza nel paese natio, Giuliano, una piccola cittadina di provincia alle porte di Napoli.
In tutta la città fervono i preparativi della festa più importante dell'anno, quella di "Santa Maria della Pace", giornata durante la quale si svolge l'intero film...
Apparentemente il ritorno di Matteo è dettato da un pretesto: l'imminente morte del padre e di conseguenza una pratica notarile da firmare con urgenza.
In realtà lo scopo del suo arrivo in paese è un altro.
Dopo aver abbracciato la madre Matteo si avvia al comune per fare il documento.
Percorrere le strade e le piazze profondamente cambiate dopo il terremoto del 1980, gli rievoca ricordi ed emozioni che si aprono in continue ed improvvise visioni in cui si mescolano il passato ed il presente. Attraverso i suoi occhi vediamo scorrere le vite degli amici che non ci sono più. E così attraverso dei Flashback, tutti collegati fra loro, e in un crescente meccanismo di suspance, emerge lentamente il motivo che ha riportato Matteo a Giuliano: Antimo, che viene ucciso da un carabiniere dopo una rapina andata male; Roberto, precipitato da un palazzo fatiscente per una scommessa di gioco; Geggè che si uccide dopo che il padre gli ruba i soldi risparmiati in tre anni di lavoro; Michele, il cugino di Matteo, ucciso da un gruppo di balordi per aver difeso una ragazza; Giovanni, l'anima nera del gruppo e Rosa, sua moglie, l'amore mai confessato di Matteo, che soccombe ad un matrimonio violento ed impossibile dal quale nasce una bambina: Rita.
Ed infine Anna, la sua fidanzata, che viene violentata dal fratello per gelosia e vendetta.
E' questo il motivo scatenante che spinge Matteo, fino ad allora passivo spettatore di tutti questi eventi, a reagire e a vendicarsi su Alessandro, il fratello di Anna, uccidendolo. Ed è questa la ragione dei dieci anni di assenza di Matteo dal paese: il carcere. Sfruttando il suio unico giorno di permesso Matteo torna per aiutare Rosa a scappare da Giovanni...