LEI

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

LEI

LEI

LEI

Un film di soli personaggi femminili che si alternano a raggiera, in una costellazione di sole donne. Tante lei diverse, ognuna in un suo spazio, in una zona geografica differente e lontana, però sguardi e gesti convergono nel profondo, misteriosamente. Ognuna dice – Io - e fa un monologo con o senza parole, ma poi torna al silenzio, seguendo una propria linea, portandosi appresso il proprio romanzo.
Nel film c’è il teatro, con i due personaggi femminili di Amleto (Ambleto) riscritto da G. Testori. C’è Graça che va malinconica per le strade di Sao Paulo del Brasile, ma un’oscura ragione sembra legarla all’esistenza di Vittoria, una giovane incinta che s’aggira (senza un compagno) nella campagna del Piemonte e, più tardi, per le vie di Torino orgogliosa della bambina che è nata. Ancora a Torino Carla, la prima taxista donna della città, racconta la sua vita mentre un’altra creatura femminile, un animale, si aggira in un alloggio, costretta nel suo spazio come tante umane creature. A immagini di spose differenti ci porta Teresa regista portoghese, la quale lavora a creare a Sao Paulo e a Milano il suo film su una donna, un film nel film. Intanto nel Sud d’Italia Lula va sola per la sua strada, ma prima ha urlato al proprio uomo il suo rifiuto. Violetta-Margherita canta la condizione di Traviata e di vittima-carnefice dell’amore secondo Verdi, mentre Viviana, novella Traviata, esce di casa decisa e sul taxi si riveste, si trasforma per la sua quotidiana avventura. In parallelo Ella – Josef al Sud ci porta il suo dramma di sventurata. Né poteva mancare Cleopatra, apparizione singolare: è l’unica ad avere a lato un uomo, Antonio, secondo Shakespeare, rivisitato. Alla fine, da Euripide viene tra altre ancora Andromaca, la Troiana prigioniera dei Greci vincitori. Ma c’è pure Antonella, una nuova lei, la quale rivendica in primo luogo la propria identità sessuale e il diritto ad esistere come persona. Ogni lei si avventura nel mondo e ci chiede più o meno esplicitamente di seguirla.