L'aria salata (opera prima)

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

L'aria salata

L'aria salata

L'aria salata

titolo originale:

L'ARIA SALATA

titolo internazionale:

SALTY AIR

fotografia:

montaggio:

musica:

produttore:

paese:

Italia

anno:

2006

durata:

87'

formato:

35mm - colore

sonoro:

Dolby SRD

uscito in sala:

05/01/2007

premi e festival:

Fabio, trent’anni circa detto “il professore”, fa l’educatore all’interno del carcere di Rebibbia. Vive con Emma, sua coetanea, non hanno figli. Molte delle energie di Fabio sono dirette alla vita nel carcere e a quegli allievi ai quali cerca di trasmettere soprattutto fiducia nel futuro. Un giorno in carcere arriva Luigi Sparti, un uomo condannato per omicidio. Sparti è un bugiardo, finge di essere epilettico per ottenere la semi-libertà, ma Fabio cerca di coprirlo in tutti i modi perché segretamente ha scoperto che quell’uomo è suo padre, che non aveva più visto da quando lo aveva abbandonato a sei anni. Finché un giorno Fabio scopre che suo padre spaccia hashish in carcere e per giunta arriva a ricattare il figlio per farsi aiutare a uscire. Ostinatamente Fabio cerca ancora di aiutarlo, finquando, arrivato ormai ai ferri corti, gli rivela il segreto. Comincia allora un dramma reciproco in cui il padre cerca di conquistare il cuore del ragazzo raccontandogli le sofferenze vissute per la mancanza della famiglia. Intanto Sparti, grazie anche all’aiuto di Fabio, ottiene la libertà condizionata.