La Prima linea

vedi anche

vedi anche

trailer

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

La Prima linea

La Prima linea

titolo originale:

LA PRIMA LINEA

titolo internazionale:

THE FRONT LINE

montaggio:

produzione:

Lucky Red, Rai Cinema, Les Films du Fleuve, con il contributo del MiBAC, Diaphana (Parigi), con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte

distribuzione:

paese:

Italia/Belgio/Francia/UK

anno:

2009

durata:

100'

formato:

35mm - colore

uscito in sala:

20/11/2009

Torino, carcere ‘Le Nuove’, novembre 1989. Un uomo di trentacinque anni racconta la propria storia. E’ Sergio Segio, uno dei fondatori del gruppo armato ‘Prima linea’, entrato in clandestinità a metà degli anni settanta, nella convinzione che l’uso della violenza fosse una scelta necessaria nel nome di una ‘rivoluzione’. Condannato a molti anni di carcere, Segio ricorda i giorni del suo arresto, e prima ancora ricorda un giorno particolare: il 3 gennaio 1982. Segio è a Venezia, dove ha riunito un gruppo di militanti che si preparano a compiere un’azione ‘impossibile’: far evadere dal carcere di Rovigo quattro detenute, tra le quali Susanna Ronconi, la donna che Sergio ama e con cui ha condiviso idee, scelte politiche, tragici errori. Mentre scorre la ‘giornata dell’evasione’, Sergio ‘rivede’ i momenti più importanti della sua vita: il primo incontro con Susanna, la condivisione della clandestinità, il complesso rapporto coi genitori, lo scontro doloroso con Piero, l’amico di una vita, che ha condiviso i suoi sogni giovanili, ma che ha rifiutato la lotta armata. I ricordi si susseguono, fino agli esiti più drammatici. Intanto la giornata del 3 gennaio volge al culmine. Sergio e il gruppo si avvicinano al carcere di Rovigo, all’interno Susanna e le altre attendono l’ora fissata. E finalmente il momento atteso arriva: un’esplosione fa saltare in aria il muro di cinta del carcere. Susanna e Sergio si ritrovano, l’evasione è riuscita, le macchine sono in fuga. Sono già in vista di Venezia, quando apprendono che l’esplosione ha provocato la morte di un passante, un anziano pensionato. La notizia cade su di loro come un segno crudele del destino avverso… Dopo pochi mesi Susanna verrà arrestata, e meno di un anno più tardi anche a Sergio toccherà la stessa sorte.
Liberamente tratto dal romanzo 'Miccia corta' di Sergio Segio.