Producers on the Move
martedì 20 agosto 2019

Foreign Body

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Foreign Body (Obce Cialo)

Foreign Body (Obce Cialo)

titolo originale:

OBCE CIALO

cast:

Riccardo Leonelli, Victoria Zinny, Rocco Familiari, Agnieszka Grochowska, Agata Buzek, Jerzy Buzek, Weronika Rosati

sceneggiatura:

fotografia:

montaggio:

Milenia Fiedler

scenografia:

musica:

Wojciech Kilar

produzione:

Revolver, TVco, Studio Filmowe TOR, Studio Fora-Film M, con il sostegno di Polish Film Institute

distribuzione:

vendite estere:

paese:

Polonia/Italia/Russia

anno:

2014

durata:

117'

formato:

colore

uscito in sala:

05/05/2016

premi e festival:

Fabrizio, un giovane manager italiano attivo in uno dei movimenti di rinnovamento cattolico, si reca in Polonia per seguire la donna di cui è innamorato ma che vorrebbe prendere i voti. Sperando che la donna cambi idea, ha trovato un posto di lavoro all’interno di un'importante azienda multinazionale di energia. Le scelte di politica economica della nuova azienda sono spesso dannose ed in contrasto con gli interessi reali della Polonia e con gli sforzi per la modernizzazione del paese. Il ramo polacco della società è guidato da Krystyna, una donna emancipata e determinata, che viene inaspettatamente danneggiata da indagini giornalistiche che ricostruiscono il pesante passato della madre adottiva, giudice durante il periodo comunista responsabile della costruzione artefatta di prove contro i nemici del regime. Krystyna prova a coprire lo scandalo, ma sua madre è incrollabile nelle sue convinzioni ideologiche e determinata a portare la sua causa in tribunale in modo da difendere così, fieramente, le sue pregresse sentenze. Fabrizio, nel frattempo, si impegna per aiutare economicamente un giovane polacco che cerca fondi per sostenere le spese per il fratello disabile, coinvolgendo i colleghi in azienda, ma Krystyna si oppone all'intento. Il rapporto burrascoso tra Fabrizio e Krystyna precipita quando, durante un viaggio di lavoro in Russia, Fabrizio esegue in buona fede gli ordini del suo superiore, ma è colto in atti di corruzione nei confronti dei partner russi, i quali risultano essere sotto controllo da parte dei servizi segreti e della polizia.Arrestato, diviene il capro espiatorio dell'azienda che scarica su di lui la colpa per il tentativo di corruzione. Sarà la madre di Fabrizio, che si rivolge al management tedesco dell'azienda, a salvarlo. La fidanzata di Fabrizio decide alla fine di prendere i voti mentre Krystyna viene travolta dagli scandali. Sia Krystyna che Fabrizio perdono i loro punti fermi nell'esistenza: lei improvvisamente rinnega il suo cinismo e si avvicina a Dio, mentre la fede di Fabrizio è fortemente messa in dubbio. Nel frattempo, il fratello disabile del giovane polacco sorprendentemente inizia a recuperare la salute: una svolta miracolosa e quasi ironica, considerando lo scarso sforzo profuso per aiutarlo e l'indifferenza generale in cui era caduta la sua vicenda umana.