Mò Vi Mento - Lira di Achille (opera prima)

vedi anche

Trailer

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Mò Vi Mento - Lira di Achille

Mò Vi Mento - Lira di Achille

Mò Vi Mento - Lira di Achille

titolo originale:

MÒ VI MENTO - LIRA DI ACHILLE

montaggio:

scenografia:

produzione:

distribuzione:

paese:

Italia

anno:

2018

durata:

101'

formato:

4K/DCP - colore

uscito in sala:

16/05/2019

premi e festival:

  • Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia 2018: Venice production Bridge
  • Napoli Film Festival 2018
  • Festival Internazionale del Cinema di Salerno 2018: Lungometraggi - Miglior Film

Come si esce dalla recessione? Se si è dei governanti, con ricette che ammazzano il contribuente; se si è il contribuente, ammazzando qualcuno più ricco di te per ereditare. Troppo crudele? Andatelo a spiegare al gruppetto che stiamo per presentarvi.
Achille Alfresco (in nomen omen!) è un politico che aspira a essere il prossimo Presidente del Consiglio. Già il nome del suo partito è tutto un programma: “Mò Vi Mento”, appunto per la coerenza; “Lira di Achille”, senza apostrofo, per uscire dall’euro e far tornare la lira in Italia.
Achille sta tentando di sposare la ricca Elena Guarracino, erede di una multinazionale di profilattici, ma Elena è ancora innamorata dell’ingenuo e colto Massimo Della Bozza che, come suggerisce il nome, è un aspirante scrittore costretto però nella vita reale ad essere portaborse a nero del meschino Achille che, pur di tenerselo stretto, gli promette un roseo futuro come prossimo Ministro della Cultura.
A ingarbugliare gli intrecci di questo triangolo amoroso, altri bizzarri personaggi, come Lucia, cieca come una talpa, il poco promettente killer Carlo Spampanato, un imbranato che non sa ammazzare neanche il tempo, la sfacciata Giuliana, tutta lifting, Cinzia, giovane e bella ma ignorante come una mattonella o ancora la famiglia Quagliano che orgogliosa veste il tricolore. E poi ancora tanti e tanti cinesi che conoscono il Vesuvio meglio della segretaria di Elena, Asia, che considera i centri commerciali più interessanti. Ed è proprio dalla Cina che giunge con furore un’agguerrita delegazione asiatica pronta a mandare tutti sul lastrico perché l’unico mini-preservativo fallato uscito dall’azienda di Elena è andato a finire a Shanghai, causando una gravidanza non desiderata alla segretaria del Sindaco.
Tutti questi personaggi e la loro congerie di complotti, amori inconfessati, segreti, bugie e imbecillità palesi, si muovono sullo sfondo di un’Italia multietnica corrotta e meschina, popolata da furbastri che le pensano tutte pur di ottenere ciò che vogliono.
Il dramma si esaspera, diventa farsa, teatro di una triplice caccia: al potere, ai soldi, all’amore, raggiungendo livelli tragicomici e situazioni inaspettate, ricordandoci che la politica va sempre a braccetto con la menzogna.

NOTE DI REGIA:
Mò Vi Mento - Lira di Achille è una commedia corale che abbiamo ideato e girato a quattro mani con grande determinazione ed entusiasmo.
Aver contribuito alla nascita di questo progetto sin dalla stesura della sceneggiatura, ci ha permesso di dare il nostro personale contributo alla caratterizzazione di ogni singolo personaggio che ha preso vita sulla carta prima ancora di andare in scena.
Politici sopra le righe, loschi avvocati, killer poco promettenti, cinesi sui generis... un ampio ventaglio di personaggi interpretati da talentuosi attori scelti con cura, volti noti del grande schermo e giovani talenti, che hanno arricchito di sfumature e carattere ogni singolo ruolo.
La buona riuscita dell’opera è stata possibile anche grazie alla decennale esperienza dei tecnici. Primo fra tutti, il direttore della fotografia Giovanni Mammolotti, che ha garantito un'alta qualità artistica e tecnica grazie all'utilizzo di due macchine da presa altamente professionali e alla scelta di una fotografia immersiva, capace di attualizzare il racconto ravvivando gli intrecci narrativi ed esaltando gli stati d'animo dei personaggi senza cadere nei clichè della tipica commedia italiana.
Abbiamo inoltre voluto cogliere tutta la bellezza e il folklore della regione Campania che ci ha calorosamente ospitato. Attraverso l'utilizzo di droni e riprese panoramiche, abbiamo infatti immortalato suggestivi paesaggi e incorniciato colorate scene di vita reale.
Il nostro leitmotiv, fin dalla stesura della sceneggiatura, è sempre stato quello di far riflettere divertendo, suscitando nello spettatore risate fragorose, liberatorie ma allo stesso tempo ragionate.
La ricetta vincente di Mò Vi Mento - Lira di Achille è infatti il suo non essere una semplice commedia, ma una lettura originale dell'attuale realtà politica, condita con un pizzico di sana ironia perché in fondo, si sa, ridere è una cosa seria!