La grande Rabbia

vedi anche

sito ufficiale

trailer

titolo originale:

LA GRANDE RABBIA

sceneggiatura:

fotografia:

montaggio:

scenografia:

paese:

Italia

anno:

2016

durata:

87'

formato:

colore

uscito il:

28/04/2016

Il film racconta nell’arco di una giornata, una storia d’amicizia tra due giovani: Benny e Matteo, ventiquattrore che cambieranno per sempre la loro vita. Benny ha la pelle nera, adottato in fasce da una coppia di veneti poi trasferitisi a Roma, rimasto orfano e solo è diventato un campione di Fighting (combattimenti a mani nude) per incontri clandestini, dove con le scommesse in un colpo solo si possono guadagnare cifre a tanti zeri. Lui non ruba ne spaccia per mantenersi, ma combatte senza padroni. Benny decide d’investire tutti i suoi risparmi in un ultimo incontro, quello che gli permetterà d’iniziare una nuova esistenza, nonostante la sua passione gli sia già costata il carcere. Matteo è bianco e lavora in un pub, nato a Roma dove vive con il padre pensionato e il fratello minore, che lo mantengono anche se lui non lo ammette, rifiutando di seguire sia le orme paterne; un pensionato dell’AMA che ha fatto della spazzatura una filosofia di vita, che quelle del fratello poliziotto. I due amici si ritrovano proprio il giorno dell’uscita dal carcere di Benny. Due spiriti liberi che credono in un futuro diverso, in una possibilità. Gli incontri di Benny sono un inno alla libertà, che muteranno il modo di vedere e pensare di Matteo, progettando una vita insieme dopo l’ultimo incontro. Matteo conoscerà lo strano mondo di Benni, composto di più strati, quello che orbita nella capitale, una Roma mai vista, segreta, misteriosa e mutata nell’arco degli anni, ma non solo nelle periferie. Di sfondo alle loro avventure, scorrono in un crescendo parossistico, i recenti fatti di cronaca che hanno fatto esplodere la rabbia nei cittadini, partendo da Tor Sapienza per poi diffondersi in tutte le periferie e città italiane.