RAUL: DIRITTO DI UCCIDERE (opera prima)

vedi anche

sito ufficiale

trailer

backstage

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

RAUL: DIRITTO DI UCCIDERE

RAUL: DIRITTO DI UCCIDERE

titolo originale:

RAUL: DIRITTO DI UCCIDERE

titolo internazionale:

RAUL - THE RIGHT TO KILL

fotografia:

scenografia:

produttore:

produzione:

Ilena Cinematografica, con il contributo del MiBACT

paese:

Italia

anno:

2004

durata:

97'

formato:

35mm - colore

aspect ratio:

2.39:1

uscito in sala:

15/04/2005

premi e festival:

  • Globi d'Oro 2005: Migliore Musica (Andrea Morricone)
  • MittelCinemaFest 2005: Panorama
  • FESTIVAL DI BUSTO ARSIZIO: Miglior Film
  • PREMIO LUIGI BANDERA: Per i Produttori del Film

Ispirato a "Delitto e castigo" di Fiodor Dostoevskij, il film è ambientato nell'Italia fascista del 1938. Raul è un giovane avvocato che ha difficoltà ad esercitare la sua professione perchè non coinvolto con il partito fascista.Le sue particolari convinzioni etiche, basate su principi libertari, lo hanno portato ad eleborare una teoria personale sul diritto individuale a poter uccidere.
Per sopravvivere ha impegnato i suoi averi con un usuraio del posto, che non esiterà ad uccidere in nome dei suoi principi. Così come farà con la sorella di questi, tornata a casa inaspettatamente. Degli omicidi verrà accusato, in sua vece, Mariotti, un anarchico alcolista, che però muovere in un incidente mentre sta per essere arrestato.
Quest'iltimo episodio mette in crisi le certezze di Raul, anche in conseguenza del suo innamoramento per Sonia, la figlia di Mariotti.
Il suo tentativo di redenzione si svolge sotto forma di un duello intellettuale messo in atto con il giudice, Porfirio, che sta indagando sul caso.
Da un lato le provocazioni intellettuali di Porfirio, dall'altro l'amore per la giovane Sonia, inducono Raul a confessare i suoi crimini, pagando il suo debito alla giustizia e alla sua coscienza...